Pubblicato il

Roma, 16 marzo 2016
“E adesso come facciamo…….. come facciamo senza di Te…… questo pensiero ha pervaso la mia mente e probabilmente la mente di molti noi ieri. Poi questa notte come una illuminazione mi sono tornate alla memoria le parole che amava spesso ripetere: ci penserà la Provvidenza”.

 

Queste sono le parole con cui avevo iniziato il mio discorso di saluto al funerale del Capo, al secolo Arturo Vasta, il nostro amato Capo, che dal lontano 1944 ha fondato e guidato il gruppo Roma 51.
Grande era in noi, oltre che il dolore, la paura di non riuscire senza di Lui a portare avanti il lavoro che in tutti questi anni aveva permesso al nostro gruppo di avere una storia lunga ben 70 anni.
A distanza di quasi due anni possiamo dire, senza paura di essere smentiti, che la Provvidenza ci è stata vicina e ci ha guidato.

 

Il Roma 51 sta crescendo e continua a proporre uno scoutismo secondo gli insegnamenti del Capo e di Monsignor Nobels, cofondatore del gruppo.
Inizia oggi con questo mio ricordo la pubblicazione di miei pensieri in libertà sullo scoutismo.
Una iniziativa che spera di trovare il vostro gradimento e che possa essere un momento di riflessione e condivisione per tutta la comunità del Roma 51, che comprende non solo i ragazzi e noi capi ma anche tutte le famiglie, gli amici, gli adulti scout e tutti coloro che vogliono bene al nostro amato gruppo.
Buona Caccia

Roberto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *